5 modi spietati per rovinare il giorno di SatanaEcco cosa ha detto l’anziano Jeffrey R. Holland riguardo a Satana durante una conferenza generale, nel 2011:

“Noi parliamo in modo molto chiaro e diretto perché Satana è un essere reale, destinato a distruggervi e voi vi trovate a subire la sua influenza in un’età sempre più giovane.”

È vero ora come allora: egli è reale ed è determinato.

Nel Libro di Mormon, Cristo stesso avverte che “Satana desidera avervi, che possa setacciarvi come grano”.

L’anziano Bruce R. McConkie chiarisce queste parole, dicendo che “Satana vi vuole nella sua messe. Vuole raccogliere la vostra anima e portarvi nel suo granaio, dove vi avrà come suoi discepoli”.

Le Scritture ci dicono che Lucifero ha il potere di mordere il nostro tallone, ma con l’aiuto di Cristo noi abbiamo il potere di schiacciare la sua testa.

Ed è diventato davvero bravo a farci dei lividi. Ha ferito voi, ha ferito me, ha ferito quelli che amate così come ogni singolo sconosciuto che passi per strada.

Lui è l’antitesi della misericordia. Vi prenderà a calci mentre siete a terra e non si fermerà mai.

Francamente, sono stanco. Sono stanco di guardare e sentire la sofferenza che deriva dalle decisioni sbagliate che voi, io e gli altri non avremmo dovuto prendere.

Sono stanco dei trucchi, degli stratagemmi, delle bugie, della manipolazione, della paura, del dubbio e delle tentazioni.

Voglio combattere e voglio che voi vi uniate a me. Come Joseph Smith, voglio che voi ed io “diventiamo dei disturbatori del regno di Satana”.

Quindi come facciamo? Sono rinchiuso nella mia tana e ho pensato ad alcune idee su come possiamo far desiderare a Satana di non essere mai nato (questo è un insulto… perché non è mai nato).

  1. Non siate “stagnanti”

Pentirai in FuturoL’acqua stagnante produce batteri nocivi.

L’acqua stagnante diventa velenosa, forse è per questo che Cristo è così spesso paragonato a una fonte di acqua viva. Se siamo acqua ferma, molto presto moriremo in quell’acqua.

Affinché Satana ci setacci come il grano, egli non deve convincerci a ribellarci attivamente contro Dio. Egli è perfettamente contento di noi, semplicemente se non facciamo nulla.

Ricordate il sogno di Lehi sull’albero della vita?

Alcune persone hanno raggiunto l’albero, alcune persone erano nell’edificio grande e spazioso e alcune persone stavano ancora cercando di capire quale strada seguire, ma se ci stanchiamo e ci sediamo nelle nebbie dell’oscurità, Satana vince.

L’unico modo in cui possiamo persino sperare di batterlo è di essere attivamente in movimento.

Cosa intendo con questo? Guardiamo di nuovo alcune Scritture (DeA 58:27):

“In verità io dico: gli uomini dovrebbero essere ansiosamente impegnati in una buona causa, e compiere molte cose di loro spontanea volontà, e portare a termine molte cose giuste…”

Quindi alzatevi dal letto e fate cose buone.

Se accettate una chiamata ma non fate nulla per soddisfarla, Satana vince.

Se ricevete il sacerdozio ma non lo usate mai, Satana vince.

Se avete le Scritture ma non le studiate mai, Satana vince.

Eccone un’altra (Alma 37:34):

“Insegna loro a non stancarsi mai delle buone opere, ma ad essere miti e umili di cuore; poiché questi troveranno riposo per la loro anima.”

Quindi non vi stancate di fare cose buone! E questo accade spesso. Ad esempio, a volte mi siedo sul divano e penso: “Devo proprio lavare i piatti” seguito dal pensiero “No, sono troppo stanco”. Non fatelo. Fate cose buone.

Lo stesso principio vale per le decisioni importanti della vostra vita.

Spesso la guida divina arriverà quando prenderete una decisione e la perseguirete attivamente, invece di aspettare passivamente di essere “costretti a fare le cose”.

Satana detesta la giusta iniziativa. Ricordate: il movimento è vita.

  1. Dite addio ai vostri peccati preferiti

salvati dalla graziaVoi sapete cosa sono i peccati: parassiti. Sono piccole zecche che ci logorano nel tempo.

Non possiamo aspettarci la perfezione da noi stessi, ma dobbiamo anche smettere di giustificare quei piccoli peccati che commettiamo.

Togliete quei piccoli peccati dalla vostra dieta spirituale. Sarà difficile e Satana non si ritirerà senza combattere, ma se stiamo cercando di colpirlo dove fa più male, dobbiamo iniziare da noi stessi.

  1. Non accumulate errori del passato

auto-aiutoConoscete già questo schema. State passando una giornata fantastica, facendo delle buone scelte e amando la vita, poi vi ricordate di quella cosa orribile che avete fatto undici anni fa e la realtà della vostra imperfezione vi colpisce come una tonnellata di mattoni.

Quei pensieri non vengono dallo Spirito. Se nella vostra vita ci sono dei peccati di cui avete bisogno di prendervi cura, lo Spirito vi esorterà a pentirvi, non vi riempirà di disperazione.

Se non siete sicuri di esservi davvero pentiti, parlate con il vostro vescovo. Questo è il motivo per cui è lì e voi meritate la pace che deriva dalla consapevolezza di essere puliti.

Se vi siete pentiti, non lasciate che vi raggiungano di nuovo. Quando vi ritrovate in questa “caverna piena di serpenti”, uscitene!

Satana ha una grande memoria e ama usare il vostro passato per paralizzare il vostro promettente presente. Perdonate voi stessi ed andate avanti. E lui lo vedrà.

  1. Pregate

ginocchia guarirannoVoi ed io non siamo gli unici che vogliono sfuggire a Satana. Ecco alcuni consigli che arrivano direttamente dalle Scritture su come fare (DeA 10:5):

“Pregate sempre, per potere uscire vittorioso, sì, per poter vincere Satana, e per poter sfuggire alle mani dei servitori di Satana che sostengono la sua opera”.

La miglior difesa è un buon attacco, giusto?

Ci viene insegnato che i nostri corpi sono templi, ma per esprimere il modo in cui mi piace pensare che la preghiera possa operare nelle nostre vite, pensate al vostro corpo come Hogwarts:

Pregate per proteggere voi stessi e gli altri. Pregate per avere luce nell’oscurità. Pregate per avere la forza di non cedere alla tentazione e per avere la forza di aiutare gli altri a fare lo stesso.

Satana odia tutto questo.

  1. Condividete quello che sapete

dispositivi elettroniciLa cosa più offensiva che possiamo fare a Satana, dopo aver fatto del nostro meglio per mandarlo via dalle nostre vite, è aiutare gli altri a fare lo stesso.

Fate ciò che Enos ha fatto. Per prima cosa, ha pregato per la sua stessa anima:

“…Mi sono inginocchiato davanti al mio Creatore, e ho gridato a lui in potente preghiera e supplica per la mia stessa anima…”.

Poi ha pregato per il suo popolo:

“…Ora avvenne che quando ebbi udito queste parole, cominciai a sentire un desiderio per il bene dei miei fratelli, i Nefiti; pertanto riversai tutta la mia anima a Dio in loro favore”.

E, poi, ha persino pregato per i suoi nemici:

“E dopo che io, Enos, ebbi udito queste parole, la mia fede cominciò a diventare incrollabile nel Signore; e lo pregai con molte lunghe lotte per i miei fratelli, i Lamaniti”.

Dobbiamo pregare per gli altri, ma dobbiamo anche servirli, insegnar loro, fare amicizia con loro, ascoltarli e fare ciò che Satana odia più di tutto: amarli.

In quale altro modo possiamo rovinare il giorno di Satana? Fateci sapere nei commenti.

Questo articolo è stato scritto da David Snell  e pubblicato sul sito thirdhour.org. Questo articolo è stato tradotto da Cinzia Galasso.

The following two tabs change content below.

Cinzia Galasso

Cinzia è un'impiegata ed una traduttrice. Ha una laurea in Scienze dell'Educazione e ha anche insegnato, per un paio di anni, a bambini della scuola materna, un lavoro che ha amato molto. E' stata un'insegnante nelle classi della Società di Soccorso, delle Giovani Donne e dell'Istituto. Ha molti interessi: patchwork, quilling, oli essenziali. Le piace prendersi cura di sè con soluzioni naturali. E' vegana e ama gli animali e la natura ed è fermamente convinta che le creazioni di Dio siano sacre. E' una volontaria dell'ENPA, un'associazione italiana, per la protezione degli animali ed è anche un membro di Greenpeace e del WWF. Ama passare il tempo con la sua famiglia e i suoi amici. Ama il vangelo di Gesù Cristo e sa che le famiglie sono eterne.
Tag:

Pin It on Pinterest