Acchiappa sogniNelle Scritture c’è sicuramente più di un resoconto di persone che ricevono rivelazioni attraverso i sogni, ad esempio Daniele, la moglie di Pilato e Lehi.

Che fosse un avvertimento, una lezione, una piccola visione del proprio destino divino o una combinazione di tutti e tre, non c’è dubbio che quella linea sottile che divide la coscienza dall’incoscienza è un ricettacolo per la rivelazione.

Quindi, come facciamo a sapere che non è solo un sogno e perché riceviamo rivelazioni mentre dormiamo?

I profeti e gli apostoli nella storia della Chiesa di Gesù Cristo hanno una risposta a queste domanda. Ecco cosa è stato detto sul ricevere la rivelazione attraverso i sogni e perché riceviamo la rivelazione in questo modo.

Abbiamo il diritto di ricevere rivelazioni, anche attraverso i sogni.

Ricevere la rivelazioni attraverso i sogni non è un diritto riservato solo a pochi. Mentre sopportava il suo soggiorno nella prigione di Liberty, il profeta Joseph Smith condivise:

“Crediamo di avere il diritto a rivelazioni, visioni e sogni da Dio, il nostro Padre Celeste, e la luce e l’intelligenza, attraverso il dono dello Spirito Santo … su tutti i temi relativi al nostro benessere spirituale, se così fosse che osservassimo i Suoi comandamenti, in modo da renderci degni ai Suoi occhi “(Ryan C. Jenkins,” Tranquillo silenzio: ricevere la rivelazione attraverso i sogni “, rsc.byu.edu).

Mentre possiamo ricevere rivelazioni in molte forme, ci sono condizioni che devono essere soddisfatte per facilitare qualsiasi comunicazione da parte di Dio.

L’Anziano Richard G. Scott condivise alcune cose che dobbiamo fare per essere ricettivi alla rivelazione nel suo discorso alla Conferenza Generale di aprile 2012 “Come ricevere rivelazioni e ispirazione per la propria vita “:

“Bisogna essere sempre mentalmente e fisicamente puliti ed avere purezza di intenti in modo che il Signore possa ispirare. Il Signore ha fiducia in chi obbedisce ai Suoi comandamenti. Queste persone hanno accesso alla Sua ispirazione per sapere cosa fare e, secondo necessità, al potere divino per farlo. “

Anche l’atto stesso di dormire, qualcosa che ognuno compie, può preparare le nostre menti alla rivelazione. Come disse Parley P. Pratt:

“Quando gli organi esteriori del pensiero e della percezione sono liberati dalla loro attività, i nervi non si sciolgono, e tutta l’umanità mortale giace silenziosa in sonni tranquilli per rinnovare la sua forza e vigore, è allora che gli organi spirituali sono liberi, in una certa misura, di assumere le loro funzioni abituali …

Il nostro corpo spirituale ha occhi per vedere, orecchie per ascoltare, lingua per parlare, e così via …

Gli organi spirituali sono predisposti a conversare con la Deità, o in comunione con gli angeli “(Harold B. Lee,” Divine Revelation “, 15 ottobre 1952, Devozionale BYU).

Nel corso della storia, ci sono stati molti esempi di uomini e donne che hanno avuto visioni nei sogni o che hanno ricevuto rivelazioni mentre dormivano.

Il Presidente Spencer W. Kimball condivise una storia nella Conferenza Generale dell’aprile 1974 su George F. Richards, ex Presidente del Quorum dei Dodici. “Credo nei sogni”, ha detto il Presidente Richards al Presidente Kimball.

Lui continua:

“E poi più di 40 anni fa ho fatto un sogno che sono sicuro proveniva dal Signore: in questo sogno ero alla presenza del mio Salvatore mentre si trovava a mezz’aria, non mi ha detto nulla, ma il mio amore per Lui è stato tale che non ho parole per spiegare, so che nessun uomo mortale può amare il Signore mentre si provava quell’amore per il Salvatore a meno che Dio non glielo rivelasse.

Sarei rimasto alla sua presenza, ma c’era un potere che mi allontanò da Lui.

“Come risultato di quel sogno, ho avuto la sensazione che, indipendentemente da ciò che potrebbe essere richiesto dalle mie mani, ciò che il Vangelo potrebbe comportare per me, farei ciò che dovrei essere.”

Come dire se è rivelazione o solo un sogno

La rivelazione può essere ricevuta attraverso i sogni, ma non tutti i sogni sono rivelazioni. Diventa importante, quindi, che sappiamo quando un sogno sia solo un sogno o quando è una comunicazione da parte di Dio.

L’ Anziano Richard G. Scott spiegò come possiamo capire la differenza tra i due nel suo discorso della Conferenza Generale di aprile 2012:

“La comunicazione ispirata durante la notte di solito è accompagnata da un sentimento di sacralità durante l’intera esperienza.

Il Signore usa coloro che noi stimiamo per insegnarci delle verità in sogno, perché abbiamo fiducia in loro e ascolteremo il loro consiglio.

È il Signore che insegna tramite lo Spirito Santo.

Tuttavia, in sogno, Egli rende più facile per noi comprendere e può meglio toccare il nostro cuore insegnandoci per mezzo di qualcuno che amiamo e stimiamo”.

Questi due temi – un sentimento ispirato le e persone per le quali abbiamo un grande rispetto – si verificano spesso nelle rivelazioni ricevute attraverso i sogni. Come spiegò il Presidente James E. Faust nel suo discorso della Conferenza Generale dell’aprile 2003:

“Credo che ci sia una forte attrazione familiare poiché l’influenza degli amati antenati continua con noi dall’altra parte del velo … Quando invecchiamo, la spinta che riceviamo dai nostri genitori e nonni dall’altro lato del velo si intensifica.

È proprio bello quando ci fanno visita nei nostri sogni “.

Ma un membro della famiglia non deve essere nel sogno affinché ci sia ​​comunicazione da parte di Dio.

Potrebbe essere un angelo, com’è stato con l’albero della visione della vita di Lehi, o potrebbe essere qualcuno che rispettiamo, come suggerito dall’Anziano Scott.

Franklin D. Richards fece un sogno che coinvolgeva Brigham Young, che era già morto. Nel sogno, disse che era con Brigham Young nel tempio di Nauvoo.

Nel tempio, erano seduti l’uno di fronte all’altro con “i nostri piedi in una piscina d’acqua limpida ” quando Brigham Young iniziò questa conversazione.

“‘Fratello Franklin, accetteresti se dovessi nominarti uno dei Quorum?’  Risposi: “Fratello Brigham, ho sempre accettato tutto il possibile, ho obbedito a ogni appuntamento che mi è stato dato, e ho sempre intenzione di farlo” (LeGrand Richards, Just to Illustrate).

Due anni dopo, fu chiamato a servire come apostolo nel Quorum dei Dodici.

In alcuni casi, nessun altro è presente nel sogno, ma il sentimento che l’Anziano Scott ha descritto è persistente. Come Patricia Tarrant ha descritto nell’articolo dell’Ensign del 1993 “Forewarned by a Dream”:

“Mi sono svegliata dal mio sogno, spaventata, era lo stesso sogno che avevo fatto prima, e non riuscivo ad la sensazione di presagio quando mi sono ricordata di una frase della mia benedizione patriarcale:” Sarai avvertita dell’approccio del maligno, e sarai protetta dai pericoli e dagli incidenti “.

“Il sogno era semplice ma terrificante: il mio piccolo camper con due camere da letto in cui vivevano io, mio marito e i nostri tre figli era avvolto dalle fiamme, non sapevo se qualcuno fosse dentro, ma dopo il sogno, sapevo con certezza che dovevamo spostarci.”

Pur avendo avuto la fortuna di trovare un camper con pochi soldi, Patricia e suo marito furono fortunati a trovare una casa con tre camere da letto in cui trasferirsi.

“Una settimana dopo, ricevetti una chiamata dal campeggio, dove aveva lasciato il camper”, scrive Patricia. “‘Hai sentito?’ mi chiese il mio amico. “Oggi il camper in cui vivevi si è totalmente bruciato .”

Cosa fare quando si riceve le rivelazioni attraverso i sogni

Una volta ricevuta qualsiasi forma di rivelazione, è importante registrarla. Tuttavia, quando si tratta di ricevere rivelazioni attraverso i sogni, questo è particolarmente vero.

Come spiega l’anziano Scott:

“La rivelazione può essere anche data in sogno quando c’è una quasi impercettibile transizione dal sonno alla veglia. Se cercate di registrarne immediatamente il contenuto, potete avere molti dettagli, altrimenti si dimentica velocemente.”

Oltre ad aiutarci a ricordare la comunicazione divina, registrare la rivelazione attraverso i sogni può anche benedire la nostra vita in altri modi.

“In generale, registrare i sogni rafforza la relazione tra il Signore e l’individuo a cui il sogno è dato.

Mentre registriamo sogni ispirati, possiamo vedere più facilmente la mano del Signore nella nostra vita e le sue tenere misericordie estese in nostro favore” (Ryan C. Jenkins, “Tranquillo: ricevere la rivelazione attraverso i sogni”, rsc.byu.edu).

Anche se potreste aver bisogno di aiuto per interpretare un sogno, è importante non condividere un sogno contenente rivelazioni personali con chiunque.

Anche se ricevere rivelazioni durante il sonno può sembrare una cosa facile, c’è in realtà un po’ di lavoro per assicurarsi che siamo in sintonia con lo Spirito per ricevere rivelazioni attraverso i sogni.

The following two tabs change content below.

Nadia Manzaro

Nadia è laureata in Scienze e Tecnologie Agrarie; dopo la laurea ha conseguito due master e ha insegnato per un certo periodo alla scuola superiore. Il suo desiderio è di poter tornare a insegnare.  E’ stata anche un’insegnante nella Società di Soccorso, all’Istituto e in Primaria. Ama i bambini e soprattutto le sue due principesse. Nel tempo libero le piace frequentare corsi di pasticceria, prendersi cura delle sue gattine e stare in campagna. Ama il Vangelo e ha una testimonianza di Gesù Cristo, di cui continua a portare testimonianza, sin dai tempi della missione in Inghilterra.
Copyright © 2018 gesucristo.org. Tutti i diritti sono riservati.
Questo sito web non è in possesso o affiliato alla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni (a volte denominata Chiesa Mormone). Le opinioni qui espresse non rappresentano necessariamente la posizione della chiesa. Le opinioni espresse dai singoli utenti individuali sono responsabilità degli utenti stessi e non rappresentano necessariamente la posizione della Chiesa. Per poter visitare i siti ufficiali della Chiesa, si prega di visitare LDS.org o Mormon.org.

Pin It on Pinterest