spirito santoNon potrebbe esserci qualcosa di più assurdo per un ateo di quando un cristiano dice: “Sento lo Spirito Santo”. Cosaaaaaa?! Stai scherzando? grida l’ateo.

Mi stai dicendo che c’è qualche essere chiamato Spirito Santo che sta registrando tutti i nostri pensieri, parole e azioni e che, contemporaneamente, ci influenza e dimora all’interno di ognuno di noi?

Questo è quello che un ateo risponde quando si trova a parlare con dei pazzi religiosi.

Ma forse non siamo così pazzi dopo tutto. Forse “sentire lo Spirito Santo” è qualcosa di scientifico! Indipendentemente dalla vostra affiliazione religiosa o meno, ascoltatemi per favore!

Crediamo che lo Spirito Santo sia un personaggio di Spirito e che il suo ruolo primario sia comunicare e testimoniare della verità. Egli è stato chiamato “consolatore” da Gesù Cristo.

Poiché Cristo non può sempre essere fisicamente con noi per ispirarci, ha assegnato allo Spirito Santo il compito di insegnare, testimoniare e confortare.

Quindi… come fa lo Spirito Santo a confortarci? Per capirlo dobbiamo prima comprendere chi siamo e chi è lo Spirito Santo.

Siamo esseri spirituali e siamo pieni di luce. La luce è qualcosa che può trasportare informazioni. Questa è una verità scientifica e viene utilizzata ogni giorno attraverso l’utilizzo di fibre ottiche.

I nostri spiriti sono venuti da Dio e siamo stati mandati su questa terra piena di luce e di intelligenza. Giovanni 1:9 parla della “luce di Cristo” che viene data ad ogni essere umano che viene su questa terra.

Quella luce è maggiore o minore a seconda delle decisioni prese. La scrittura preferita di Joseph Fielding Smith è DeA 50:24 in cui si afferma che “colui che riceve luce e segue Dio riceve più luce”.

I nostri spiriti desiderano la luce perché è ciò a cui erano abituati quando si trovavano alla presenza del nostro Padre Celeste. Siamo stati tagliati fuori dalla presenza del nostro Padre.

Questo significa che non abbiamo la possibilità di comunicare con Lui, quindi come possiamo conoscere e riconoscere la verità con tutta la confusione che c’è intorno a noi?

Il ruolo di Gesù Cristo è quello di venire a riscattarci e di mostrarci la via del ritorno al Padre celeste. Il ruolo dello Spirito Santo è quello di comunicare luce ed intelligenza e guidarci nella direzione che Cristo ci ha indicato.

Lo Spirito Santo non è un’essenza. È un personaggio di spirito. Non si divide in un miliardo di piccoli pezzi ed ognuno “dimora dentro ciascuno di noi”.

Per me, non ha nemmeno senso quando la gente lo dice. Come se fosse dentro al mio corpo e contemporaneamente inquello dei miei vicini. Andiamo. Capisco la confusione degli atei.

spirito santo

Lo Spirito Santo è responsabile di dispensare la conoscenza e la verità… ma come lo fa? Come ci arriva? Sembra incomprensibile.

Aspettate un minuto! Vi rendete conto che osserviamo questo fenomeno ogni giorno? In realtà, lo state facendo anche adesso, mentre leggete questo articolo.

Se lo state leggendo da un computer portatile senza fili, nel vostro portatile c’è una cosa chiamata NIC wireless (Network Interface Card).

Alcuni di voi potrebbero utilizzare il wifi della città o della scuola. Potrebbero utilizzare quello che si chiama Wireless MAN o una rete wireless metropolitana.

Migliaia di computer vengono “influenzati” da una sorgente centrale chiamata router. Non potete vedere le informazioni che vengono passate tra loro, attraverso gli occhi naturali, ma il vostro computer può “sentirlo” ed interpretarlo.

Il router si avvale di una quantità quasi infinita di informazioni e diffonde tali informazioni in base alle richieste di ciascun computer. “Chiedete e ricevete”… giusto?

Ho una laurea in sistemi informatici e sono affascinato dalla rete informatica. Ho amato la struttura di base del modello OSI e il modo in cui tutte le informazioni vengono destrutturate e ricostruite per essere passate da computer a computer.

Ho studiato la fibra ed i principi della luce. Ho studiato le tecnologie wireless e l’implementazione di enormi reti wireless. Mi sono reso conto che quello che diamo per scontato ogni giorno è qualcosa di incredibile e considerato inalterabile dagli atei.

L’umanità ha implementato la stessa tecnologia che molti di noi non credono Dio abbia usato per anni. Centinaia di milioni di persone in tutto il mondo utilizzano tecnologie wireless per inviare informazioni avanti ed indietro attraverso l’aria, su canali invisibili, ad una sorgente centrale (un router) che regola il flusso da una fonte quasi infinita di informazioni (un server).

Possiamo chiedere ai server di Google quasi tutto ciò che vogliamo sapere e, se siamo sul canale giusto e abbiamo le “porte” aperte, riceveremo le risposte.

La maggior parte del tempo, a causa dell’avvento e della portabilità dei pc wireless, dei tablet e dei telefoni intelligenti, riceviamo questa comunicazione attraverso un mezzo invisibile.

Molti di noi non capiscono nemmeno come funzioni, ma sappiamo che lo fa! Anche i fisici non capiscono cosa sia la luce. Sanno solo che esiste. La luce viene utilizzata come mezzo più veloce e affidabile per la trasmissione di informazioni tra le reti.

Comunemente e rispettosamente provo a riferirmi allo Spirito Santo come ad “un router wifi gigante nel cielo”. Pensateci! Ha perfettamente senso.

E se gli esseri umani possono creare un piccolo dispositivo in grado di registrare tutti i “pensieri, parole e azioni” di un computer, allora immaginate cosa possa fare un Dio!

Non siamo tutti una specie di computer? Il nostro cervello non è uno strumento utilizzato per elaborare dati ed interpretare le informazioni? Vi rendete conto che anche i nostri pensieri emettono energia misurabile che può essere registrata su dispositivi sofisticati?

Guardiamo un satellite e il fatto che ci possa inviare un video in streaming in diretta di qualcosa che succede dall’altra parte del pianeta in tempo reale non ci sorprende, ma se diciamo a qualcuno che c’è un Dio in Cielo e uno Spirito Santo che può influenzare, insegnare e confortare le persone in tutto il mondo, si viene considerati matti.

Quindi come funziona lo Spirito Santo?

Dio ci dice che se chiediamo qualcosa di giusto, questo porterà il nostro “petto ad ardere dentro di noi” e che “sentiremo” che è giusto. Ma se non è giusto, non avremo quei sentimenti. Infatti, avremo uno “stupore di pensiero”, che ci farà dimenticare ciò che era sbagliato.

Questo può essere spiegato scientificamente? Certo.

Voi chiedete al Padre celeste la conoscenza. Egli vi manda lo Spirito Santo, perché questo è il suo ruolo. Lo Spirito Santo vi assicura che siete “sul canale giusto” o degno di ricevere la conoscenza. Se siete sul canale giusto, riceverete l’intelligenza pura che scorre in voi”.

Poiché il vostro spirito desidera luce ed intelligenza, comincerà ad illuminarsi e comincerà a brillare attraverso la vostra pelle mortale. Il petto era anticamente conosciuto come il cuore più interno.

E più strettamente legato allo stomaco. I nostri corpi sono considerati un tempio e i templi erano considerati come “omphalos” o centro della terra. L’ombelico è il punto da cui abbiamo ricevuto il nutrimento dai nostri genitori terreni e celesti. Il petto rappresenta la parte di voi che è sotto il corpo fisico che da’ vita e nutrimento al corpo.

Mentre l’intelligenza e la luce cominciano ad abbracciare lo spirito, il calore cresce naturalmente e questo giustifica il fatto che il “petto brucia dentro di voi”.

Quel buon sentimento è il vostro spirito che ringrazia il corpo fisico perché prende decisioni che aprono il flusso di comunicazione dallo Spirito Santo al vostro spirito.

domande spiritualiLo Spirito Santo allora usa l’etere o la “Materia Oscura” o l’essenza fisica che tutti gli scienziati concordano essere “in tutte le cose ed intorno a tutte le cose” in questo universo, come mezzo per inviare intelligenza/luce/informazioni/dati e testimoniare della verità.

Quella luce dentro di voi “cresce sempre più luminosa fino al giorno perfetto” se state prendendo decisioni che mantengono in ogni momento un canale libero per comunicare con lo Spirito Santo.

Ricordate quanto fosse luminoso Mosè, da accecare le persone, mentre scendeva dalla montagna dopo aver conversato con Dio “faccia a faccia”?

Aveva ricevuto tanta luce ed intelligenza da Dio che la sua anima era illuminata e il suo petto stava bruciando. Egli ha descritto Dio come un “fuoco consumante”.

Mentre diventiamo sempre più come Dio, quel medesimo fuoco nel nostro petto brucia più luminosamente. Lo sentiamo. Possiamo non essere in grado di descriverlo, ma lo sappiamo.

Ricordate come Joseph Smith ha descritto quello che ha visto nel sacro boschetto, dicendo che le foglie degli alberi catturavano la luce dal Padre e dal Figlio?

O l’angelo Moroni che aveva riempito la casa con la sua luce? Il Signore abita in un “fuoco eterno” che rende il fenomeno del petto che brucia ancora più scientificamente comprensibile.

Al contrario, se qualcosa è sbagliato o avete preso decisioni che vi allontanano dall’allineamento con lo Spirito, sarete sul canale sbagliato e sarete solo in grado di ricevere un messaggio di “errore” come le pagine che non vengono visualizzate. L’errore che disturba la vostra connessione è qualcosa che tutti noi abbiamo visto prima d’ora!

Questo è ciò che provoca lo stupore di pensiero. Poiché la luce e l’intelligenza non possono raggiungere il vostro spirito, il vostro spirito comincerà a dichiarare guerra al corpo.

Ecco perché vi sentite così male fisicamente quando prendete decisioni in contrasto con quello che sapete essere giusto. Il vostro spirito è afflitto e sta cercando di dirvi “Aspetta! Non farlo!

Voglio rimanere sullo stesso canale dello Spirito Santo affinché possa continuare a ricevere più luce, ma le tue decisioni me lo impediscono!”.

Lo stupore del pensiero comincia ad entrare perché la luce del vostro spirito si oscura. Lo spirito ed il corpo uniti insieme formano l’anima e quando lo spirito e il corpo non sono in armonia, l’oscurità e la confusione entrano nell’anima ed il risultato è uno stupore di pensiero.

Lo strumento della vostra mente viene ostacolato perché la fonte di tutta la verità è bloccata. Quanto è utile un computer portatile che non può ricevere comunicazioni dalla sua fonte di intelligenza?

E siamo arrivati qui! Alla scienza dietro il “sentire lo Spirito Santo”. È una scienza reale perché la vera religione e la vera scienza non si contraddicono mai.

Dio è il grande scienziato e lavora nei limiti delle leggi naturali.

La prossima volta che vediamo 35.000 persone nello stadio che parlano, scrivono e inviano immagini ad Instagram e Facebook tramite i loro cellulari, ricordate che queste persone stanno inviando informazioni “invisibili” ad un dispositivo molto sofisticato ed esse vengono registrate da qualche parte.

La funzione dello Spirito Santo non sembra più così incomprensibile. Non lasciate che qualcuno vi dica che non potete andare alla fonte di tutta la verità e ricevere le risposte perché è qualcosa di scientifico e funziona.

Questo articolo è stato scritto da Greg Trimble, pubblicato sul sito gregtrimble.com. Questo articolo è stato tradotto da Cinzia Galasso.

The following two tabs change content below.

Cinzia Galasso

Cinzia è un'impiegata ed una traduttrice. Ha una laurea in Scienze dell'Educazione e ha anche insegnato, per un paio di anni, a bambini della scuola materna, un lavoro che ha amato molto. E' stata un'insegnante nelle classi della Società di Soccorso, delle Giovani Donne e dell'Istituto. Ha molti interessi: patchwork, quilling, oli essenziali. Le piace prendersi cura di sè con soluzioni naturali. E' vegana e ama gli animali e la natura ed è fermamente convinta che le creazioni di Dio siano sacre. E' una volontaria dell'ENPA, un'associazione italiana, per la protezione degli animali ed è anche un membro di Greenpeace e del WWF. Ama passare il tempo con la sua famiglia e i suoi amici. Ama il vangelo di Gesù Cristo e sa che le famiglie sono eterne.

Pin It on Pinterest