Chiesa-cattolica

Forse hai problemi di infertilità e ti fa male vedere le classiche mamme incinte o con neonati; forse ti hanno sparlato dietro; forse hai problemi con il tuo matrimonio (o sei separata/divorziata) e l’ennesima lezione sul matrimonio eterno è come un pugno nello stomaco; forse ti senti isolata e non vuoi sederti da sola un’altra volta. C’è poco da fare: A volte (che sia per questi che per altri motivi), può succede che ci sentiamo davvero male ad andare in chiesa.

Se ci fa male andare in chiesa, è normale

Ci sono molte ragioni per cui andare in chiesa può farti sentire male. Le domeniche diventano il tuo incubo, e la mattina ti viene in mente ogni sorta di scusa per restare a casa. A volte ci resti per davvero, mentre altre ti trascini fuori dal letto, ti prepari, e ti trascini in chiesa, per poi talvolta andartene durante le riunioni perché non ne puoi più.

Ti capisco, sorella. E ritengo che succeda più spesso di quanto ci piace pensare. Dopotutto, lo teniamo segreto: di certo non vogliamo che qualcuno scopra i nostri sentimenti e ci giudichi! O che qualche moralista venga da noi e ci dica che abbiamo bisogno di pregare di più, di leggere di più, o una delle solite prediche.

A volte fa male andare in chiesa. Io sono qui per dirti che è normale sentirsi così. Spero che non ti senti sempre così, e che il futuro riservi per te dei momenti in cui non ti faccia più male. Ma per adesso, a volte fa proprio male.

Non ho intenzione di fingere che ho mille soluzioni al tuo problema. Veramente, non ne ho neanche una; perché a volte, non importa quanto preghi o quanto leggi le scritture, andare in chiesa continuerà a fare male.

Perchè andiamo in chiesa

Cio che voglio dirti, invece, è che puoi comunque mostrare la tua devozione personale a Dio, nonostante il male che provi.

Dobbiamo davvero andare in chiesa? No! Tu non devi fare niente. Ma suppongo che se stai leggendo questo articolo, allora vuol dire che dentro di te c’è almeno una briciola di desiderio di andare, nonostante tutto. A volte andiamo per i nostri figli, o per salvarci la reputazione, o perché abbiamo qualche tipo di “obbligo domenicale”.

Ci sono un sacco di ragioni; ma se guardiamo per un attimo le ragioni per cui dovremmo andare in chiesa, allora è un altro discorso.

Prima di tutto, andiamo in chiesa per prendere il sacramento. Se andare in chiesa fa davvero troppo male, vai almeno per quello.

Secondo, andiamo in chiesa ad adorare Dio, sacrificando il nostro tempo per cantare lodi a Lui ed imparare il Vangelo. È un caso che ciò coinvolga anche bambini agitati, gente che ti calcia la sedia, sguardi pieni di giudizio, e merendine sbriciolate sulla maglietta.

Terzo, andiamo in chiesa per dimostrare la nostra obbedienza. Il nostro amico al piano di sopra ci chiede di fare un sacco di cose, ed a volte sono difficili. Dio ci vuole in chiesa.

Sì, è tutto qui; però questo non toglie il dolore. Ecco qua alcuni suggerimenti che potrebbero aiutarti. Mi piacerebbe leggerne altri nei commenti.

Prima di andare in chiesa, prenditi un minuto per connetterti con Dio

Prima di andare in chiesa, prenditi un minuto per connetterti con Dio. Suonando il piano, cantando inni, leggendo le scritture o altri libri edificanti, o anche sederti in un posto tranquillo, in silenzio, o farti un bel bagno caldo mentre rifletti e mediti sul Vangelo. L’importante è che ti prendi un minuto o due da sola per connetterti con Dio, prima di andare in chiesa. Questo potrebbe aiutarti ad attraversare il dolore che provi quando vai in chiesa.

Quando sei in chiesa, distraiti

Distraiti. Se non sopporti o non riesci ad ascoltare il discorso o la lezione, allora concentrati da un’altra parte. Leggi le scritture, qualche discorso della conferenza generale, o qualsiasi altra cosa dentro l’app Bibliotecca Evangelica. E se pensano che sei super maleducata… Chissenefrega!

Dopotutto lo scopo dei discorsi e delle lezioni è quello di aiutare a sentire lo Spirito, perciò se un insegnante ha qualche problema con la tua distrazione, dovrebbe starsene tranquillo invece di prenderla sul personale. Prenditi la libertà di fare ciò di cui hai bisogno per sentire lo Spirito. Se cominci a disturbare, quello è un altro discorso, ma se lasci che lo Spirito ti guidi verso ciò di cui hai più bisogno, allora va bene.

Trova una persona in chiesa con cui ti senti a tuo agio

Trova una persona con cui ti senti a tuo agio. Non importa chi sia, o che chiamata abbia. Trova quel qualcuno con il quale ti puoi sedere accanto, che non ti guarderà male se apri facebook sul cellulare, che non ti faccia una scenata quando scoppi in lacrime, e che non dirà nulla se di punto in bianco te ne vai.

Ti prometto che c’è sempre qualcuno di tranquillo nel rione. Se ne hai bisogno, prega per scoprire chi è, perché avere un amico così in cappella è un qualcosa di liberatorio, e ti permetterà di superare il dolore, adorando Dio senza pensieri.

Concetrati sulla parte più importante della chiesa, il sacramento

Concentrati sul sacramento. Se fa male andare in chiesa, allora c’è una cosa di cui hai bisogno: l’Espiazione di Gesù Cristo. Canta con il cuore durante l’inno sacramentale; immaginati Gesù Cristo al posto dei giovani uomini a passarti il pane e l’acqua. Potresti anche portare qualche caramella ai bambini se ti può portare qualche attimo di pace.

Aggrappati a quei minuti pochi sacri, e prova a cercare Dio oltre il dolore, e utilizza il potere del Sacramento per rinnovare la tua anima e riavere la forza per attraversare questo momentaccio.

Sì, a volte fa mare andare in chiesa. Non posso farci nulla, però posso dirti che so che Dio vuole aiutarti a superare il dolore. Egli riconosce i sacrifici che fai per servirLo, ed egli ti benedirà.

Resisti, sorella!

Quali sono i tuoi segreti per sopravvivere alle 3 ore di chiesa, quando ti fa male?

Questo articolo è stato pubblicato su www.theunconventionalreliefsociety.com ed è stato tradotto da Stefano Nicotra

The following two tabs change content below.

Stefano Nicotra

Stefano è un tipo tranquillamente incasinato dalle vicissitudini della vita, e della vita da mormone: un matrimonio alle porte, il ritorno dalla missione (cos’è la missione?), un nuovo lavoro e l’università online (adora i computer, i numeri, Guitar Hero e l’informatica: ciò che una persona normale troverebbe noioso o complicato!) Il Vangelo di Gesù Cristo è la prima cosa che lo tiene in piedi, e la sua fidanzata la seconda.
Copyright © 2017 gesucristo.org. Tutti i diritti sono riservati.
Questo sito web non è in possesso o affiliato alla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni (a volte denominata Chiesa Mormone). Le opinioni qui espresse non rappresentano necessariamente la posizione della chiesa. Le opinioni espresse dai singoli utenti individuali sono responsabilità degli utenti stessi e non rappresentano necessariamente la posizione della Chiesa. Per poter visitare i siti ufficiali della Chiesa, si prega di visitare LDS.org o Mormon.org.

Pin It on Pinterest