Sprofondare

Sprofondare Spiritualmente. Le montagne russe è una gran metafora per la vita, non è vero? Ogni tanto andiamo su, ogni tanto andiamo giù. Come diceva Ziggy in una sua vignetta: “Accetta il fatto che alcuni giorni sarai il piccione, altri sarai la statua.”

La nostra spiritualità funziona allo stesso modo. Ci sono giorni in cui siamo forti e pieni di fede. Ci sentiamo vicini a Dio, grati per le nostre benedizioni, desiderosi di servire. Poi ci sono giorni che ci buttano giù, in cui il nostro ottimismo vacilla un po’, o molto, e ci sentiamo persi in questo grande mondo.

Per alcuni questa sensazione di sprofondare dura a lungo. Intanto soccombono ai sussurri di Satana: “Sei completamente solo”, “A nessuno importa”, “Non sei degno di pregare”, “Non sarai mai così bravo” e così via…la solita litania di messaggi di autocommiserazione che a lui piace tanto servirci ben cotti.

Una Buona Notizia: Esiste un Rimedio

Pensate a questa malattia spirituale come ad un forte veleno, uno che vi intrappoli in una morsa di dolore. Vorreste aiuto immediato giusto? Esiste in effetti una cura miracolosa che agisce velocemente e con incredibile efficacia. Consiste nel condividere la propria testimonianza. Portare testimonianza è come un’iniezione di epinefrina se volete. Il suo effetto è istantaneo e potente, al punto che vi sorprenderà. Vero, studio delle scritture, preghiera, servizio e andare in chiesa aiutano. Ma condividere la propria testimonianza provoca un’immediata reazione.

Sappiamo tutti quale spinta riceviamo dall’ascoltare gli altri condividere la loro testimonianza. Ma quando lo facciamo noi succede qualcosa di ancora diverso. Qualcosa fa allargare il nostro cuore. Lo Spirito ci testimonia che le nostre parole sono vere. Condividere la propria testimonianza può davvero portare alla guarigione spirituale.

Non avete neanche bisogno di condividerla con un’altra persona, anche se sarebbe un meraviglioso strumento missionario, un grande esempio per i vostri cari e un buon modo per edificare i membri del vostro rione. Basta guardarvi allo specchio e dire ciò che sapete essere vero. Poi guardate cosa succede. Ristabilirete una connessione con Dio. Inviterete lo Spirito Santo ad entrare nel vostro cuore. Vi riempirete di luce.

Portare Testimonianza è un Rimedio Adatto a Tutti

Pensate solo a quanti membri possono dire di aver cominciato a sviluppare la loro testimonianza durante una conferenza di giovani o un campeggio dove da adolescenti portarono testimonianza. Esprimendo a parole ciò in cui credevano hanno solidificato la loro fede e cominciato una vita di devozione alle verità del Vangelo.

Anche un ragazzo ribelle, o un’anima che si è smarrita, può condividere la propria testimonianza su qualcosa che sanno essere vero. è un inizio, un momento in cui lo Spirito può intrufolarsi nel loro cuore e sussurrare “Sì!”.

Portare Testimonianza Può Guarire Anche Chi Ascolta

Le testimonianze condivise con qualcun altro hanno anche il potere di risvegliare la loro fede. Quando è stata l’ultima volta che avete portato testimonianza a coloro che vi sono stati assegnati per insegnamento familiare o in visita? Insieme ad un amorevole messaggio, una testimonianza può portare lo Spirito come nient’altro può fare.

Diversi anni fa ci siamo trasferiti in un nuovo rione e ci è stato assegnato un insegnante familiare che si era convertito da poco. Ci ha chiamato una sera per fissare un appuntamento per venirci a trovare. Fu una conversazione che non dimenticherò mai poiché ciò che disse, in breve, è stato “Voglio che sappiate che ho una forte testimonianza che Dio vive, che Suo figlio Gesù Cristo ha espiato per i nostri peccati e che possiamo tutti tornare a vivere di nuovo con Loro se ci pentiamo. So che Joseph Smith ha restaurato il Vangelo in questi ultimi giorni, che il Libro di Mormon è la parola di Dio e che siamo guidati da un Profeta vivente oggi.”

Potrebbe aver parlato di sé stesso per mezz’ora e non avrei imparato nulla di più importante di ciò che ho imparato grazie a quella breve e bellissima testimonianza. Mi aveva detto tutto ciò che avevo bisogno di sapere su di lui e ho sentito un forte legame, come se potessi già fidarmi di lui. Conoscevo il prezzo che aveva pagato per ottenere tale conoscenza perché l’avevo pagato io stesso in passato.

Adoravo che fosse nuovo nella chiesa, non sapeva come gli insegnanti familiari di solito fissavano gli appuntamenti. Credo pensasse di dover condividere la sua testimonianza già al telefono. Poco ortodosso, ma una piacevole ventata di novità e purezza. L’avevo davvero apprezzato. Mi aveva fatto sentire sicuro. Sapevo che avremmo amato il nostro nuovo rione perché le persone lì credevano a ciò in cui io credevo.

Sprofondare Spiritualmente

Quando vi guardate intorno nel vostro rione e vedete persone a cui apparentemente va tutto bene, non dovete mai presupporre che siano esenti da momenti di scoraggiamento. Quando vi sedete per fare insegnamento familiare o in visita, non supponete mai che le vostre famiglie non abbiano bisogni spirituali solo perché sono attivi o hanno delle chiamate. Noi tutti beneficiamo da ogni secondo in cui sentiamo lo Spirito Santo. Condividendo la nostra testimonianza, donerete loro quella sicurezza extra che potrebbero star cercando proprio in quel momento.

Le testimonianze sono troppo potenti, troppo belle, per essere relegate solo alle riunioni di digiuno e testimonianza. Dovrebbero essere condivise in conversazioni giornaliere, durante lo studio delle scritture con la propria famiglia e sui social media. Chi non adorerebbe essere circondato da una tale sensazione di calore ed amore?

Debolezza spirituale e fede vacillante sono malanni che possono colpire chiunque, ma possiamo fortificare gli altri e addirittura rafforzare noi stessi. Come ha detto James E. Faust: “La guarigione spirituale…arriva quando condividiamo o ascoltiamo umili testimonianze. Una testimonianza data con uno spirito contrito, gratitudine per la divina provvidenza e sottomissione alla guida divina è un rimedio potente per alleviare l’angoscia e le preoccupazioni del nostro cuore.”

Quale meraviglioso balsamo, quale splendida cura Dio ci ha messo a disposizione, sempre a portata di mano, ovunque potremmo andare. Quando incontriamo coloro che sono scoraggiati, o ci sentiamo come se non riuscissimo ad andare avanti, possiamo utilizzare un rimedio che può davvero guarire i cuori e rimpiazzare il dubbio con speranza e rassicurazione.

Ti fa venir voglia di condividere tutto ciò con il mondo.

Questo articolo è stato scritto originalmente da Joni Hilton, pubblicato su ldsmag.com e poi tradotto da Andrea Sorgiacomo

The following two tabs change content below.

Andrea Sorgiacomo

Andrea è laureato in design della comunicazione, sta studiando per completare la laurea magistrale in marketing e comunicazione e vorrebbe diventare un brand manager. Ha una passione per i fumetti, gli piace cantare e ballare e tutto questo lo ha portato a sviluppare la sua conoscenza dell'inglese. Ha servito per due anni come missionario nel centro e sud Italia, crede che il Vangelo restaurato di Gesù Cristo sia il segreto per la pace nella sua vita e che la conoscenza del piano di salvezza porti una migliore e più grande prospettiva ad ogni cosa che fa.
Copyright © 2019 gesucristo.org. Tutti i diritti sono riservati.
Questo sito web non è in possesso o affiliato alla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni (a volte denominata Chiesa Mormone). Le opinioni qui espresse non rappresentano necessariamente la posizione della chiesa. Le opinioni espresse dai singoli utenti individuali sono responsabilità degli utenti stessi e non rappresentano necessariamente la posizione della Chiesa. Per poter visitare i siti ufficiali della Chiesa, si prega di visitare LDS.org o Mormon.org.

Pin It on Pinterest